Progetti di circolo

ok

"ABBI CURA DI.....TE"

La partecipazione del 2° Circolo Didattico all'evento del Carnevale di Spoleto rappresenta, ormai da qualche anno, un modo per  interagire con il territorio attraverso la condivisione  di percorsi contenuti nell ambito offerta formativa alle famiglie.
Ragion per cui, anche quest' anno,  sarà presente al CARNEVALE 2020, partecipando alle sfilate in programma per il 16 e 23 febbraio !!!

Sarà testimonial di un tema importante, "Ambiente e sviluppo sostenibile", rispetto al quale ognuno di noi è chiamato in prima persona a riflettere e ad agire per il bene di tutti, in armonia rispetto a quanto proposto all interno del Progetto di Circolo sulla continuita "Abbi cura di.... Te".

Considerata l importanza della tematica sarà data la possibilità a tutta la cittadinanza di interagire  con il Carro.

Message in a bottle...
esprimete un desiderio per il vostro futuro (funziona sempre.....!!!!!)

Sarà quindi possibile donare un messaggio di impegno e di speranza sul tema. Il messaggio dovrà essere posto all interno di una piccola bottiglia di plastica che verrà personalmente consegnata, durante le sfilate, nelle "mani" di un misterioso personaggio.
I messaggi, saranno recuperati per essere esposti all interno  di una mostra, che il 2 Circolo Didattico organizzerà sul territorio, il 22 aprile, in occasione della Giornata mondiale della Terra come momento conclusivo del Progetto Continuità avviato all inizio dell anno scolastico.
Tutta la cittadinanza è invitata a rendersi parte attiva contribuendo all iniziativa.
 PASSA PAROLA e.... divertiti con noi !!!

Referenti Progetto Continuità

 

IMG 20200129 180312IMG 20200121 WA0013IMG 20200129 174327

Mercoledì 29 gennaio gli alunni delle classi terze e quarte dei vari plessi della Scuola Primaria del 2 Circolo Didattico di Spoleto, hanno partecipato al laboratorio organizzato, in collaborazione con i “Soci e lavoratori Coop Spoleto” , presso i locali della Coop “Il Ducato”.

Un pomeriggio interessante in cui i bambini hanno potuto ancora una volta riflettere su temi importanti che riguardano la salvaguardia dell’ambiente.

Un racconto sulle sorti di “Plasticosa” o “Plastichetta”, così come hanno sottolineato i bambini, ci invita ad assumere comportamenti responsabili in un ottica di collaborazione al fine di garantire uno sviluppo sostenibile.La mostra resterà ancora in visione, per almeno un’altra settimana.

Il laboratorio è proseguito all'interno dei locali della Coop dove personale qualificato ha guidato i bambini a saper scegliere, in fase di acquisto,  prodotti con minore impatto ambientale spiegando loro cosa si intende per "spesa intelligente".

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile questo momento

Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3
Continuità3
Continuità3 Continuità3

Una giornata speciale quella di martedì 21 e mercoledì 22 gennaio in cui gli alunni delle classi Terze delle scuole primarie del nostro Circolo, hanno trascorso in compagnia del bravissimo Alfonso Cuccurullo.

L'attore e narratore, collaboratore del progetto "Nati per leggere", ha lasciato a bocca aperta una platea di intrepidi ascolatori grazie a letture tratte dai libri "Ultimo venne il verme", o "Esercizi di stile". Risate coinvolgenti ha suscitato la lettura del testo "Telefono senza filo". Sono bastate poche battute che le "sue voci" hanno catturato totalmente i nostri bambini. Sono entrati in un mondo fatto di parole, di suoni, di silenzi, di immaginazione e di divertimento. La sua grande bravura nel dare un'anima a tanti personaggi, ha ipnotizzati tutti!Finita una storia si sentiva esclamare: - Ancora, ancora!-

Tra le tante domande i ragazzi hanno chiesto come fa a riuscire ad animare le storie che legge così verosimilmente con voci e rumori... Lui ha risposto che il segreto è... l'osservazione di ciò che accade intorno a noi ... nel quotidiano e l'amore alla lettura..

La lettura animata ha ottenuto quindi il coinvolgimento emotivo e motivazionale degli alunni risultando così un potente motore per la lettura intesa come attività libera, capace di porre il bambino in relazione con se stesso e con gli altri. 

Ed ora non  resta che aspettare il 5 e 6 marzo per il secondo tuffo nel mondo dei libri!

GRAZIE ALFONSO!!!!

 

Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo
Cuccurullo
Cuccurullo Cuccurullo

Il percorso relativo al Progetto Continuità

fa tappa presso i locali della COOP "Il Ducato" di Spoleto,dove è stata allestita una

mostra relativa ai prodotti realizzati dai bambini coinvolti nelle varie attività laboratoriali. 

volantino1 mostra coop

Siete tutti invitati a visitarla.

               La Direzione Didattica ringrazia la Coop Centro Italia e la Coop ambiente, nelle persone che le rappresentano in Spoleto,  per aver collaborato a questa iniziativa.

Allegati:
FileAutoreDimensione del File
Scarica questo file (abbi cura di te 22-29 gennaio 2020.pdf)abbi cura di te 22-29 gennaio 2020.pdfBilotta Patrizia293 kB

xxx

 

Nelle giornate dell’ 11, 12 e 13 dicembre scorso, il Progetto Continuità ha proseguito il suo percorso attraverso una serie di incontri tra i bambini della Scuola Primaria e della Scuola dell’Infanzia. L'itinerario educativo-didattico parte dalla naturale curiosità del bambino riguardo l'ambiente che lo circonda.

Con i piedi per …. “Terra”…

Acqua”… un bene prezioso ….

Aria” …. Un’amica invisibile…

Fuoco” …. Luce e calore …..

Flash mob significa raduno di persone, significa sincronizzazione, coinvolgimento e stupore!

Anche quest’anno il nostro Circolo Didattico è riuscito benissimo in questo intento ed il flash mob che si è svolto lo scorso  13 Novemnbre è stato un successo per grandi e bambini.

L’idea era quella di far ascoltare agli alunni dei testi letti da genitori, parenti ed amici: un modo insolito di spalancare a tutti le porte delle aule, per chi è rimasto in classe, e di farsi conoscere dal vicinato per chi, invece, ha deciso di proporre il flash mob nei luoghi limitrofi alla scuola.

Grande originalità e successo per questo evento speciale che ha confermato l’importanza della lettura ad alta voce, un’abitudine che dovrebbe essere riscoperta in questo mondo frenetico e svelto.

Tutte le classi della primaria e le sezioni dell’infanzia hanno partecipato contemporaneamente proponendo racconti e storie arricchite da elementi della lingua inglese. Lingua universale utilizzata dalle insegnati impegnate nel Progetto Erasmus che, oltre ad unire ogni giorno diverse persone e culture nel mondo, è stata oggi veicolo per coinvolgere coloro che hanno dedicato tempo, fantasia e calore ai nostri bambini. La coincidenza dell’evento con la Giornata mondiale della gentilezza non può che aver rafforzato il messaggio espresso.

Grazie a tutti. Federica e Roberta

1

Il 2 Circolo didattico nelle giornate dal sei all’undici novembre ha dato l’avvio al Progetto Continuità “Abbi cura di….te”.

Il Progetto, tratta tematiche relative alla tutela dell’ambiente e si sviluppa attraverso una serie di incontri all’ interno dei quali i bambini , attraverso attività ludiche e sensoriali, saranno portati a riflettere sul tema e a sviluppare competenze sociali e di cittadinanza attiva.

La prima fase del progetto ha previsto un “Incontro con l’esperto” individuato nella persona del Sig Mariani Massimiliano che ha condotto i diversi laboratori trattando il tema de “Le Api: custodi dell'ambiente biologico, rurale ed emozionale”.

Sono stati cinque gli incontri che hanno coinvolto gli alunni della sez 5 anni della Scuola dell’Infanzia e delle classi IV e III della Scuola Primaria del 2 Circolo Didattico di Spoleto.

I bambini sono stati guidati a scoprire il mondo delle api e a riflettere sull’importanza del loro ruolo all’interno dell’ecosistema. Attraverso attività laboratoriali hanno avuto modo di osservare, analizzare descrivere fenomeni appartenenti alla realtà naturale e agli aspetti della vita quotidiana e riconoscere le principali interazioni tra l'uomo e il mondo naturale.

L’argomento è stato introdotto attraverso l’ascolto di canzoni e video animati, poi ciascun gruppo si è soffermato a riflettere e ad avviare laboratori su un aspetto in particolare : ruoli e compiti dell’alveare, il comportamento delle api, la produzione del miele, i fenomeni dell’inquinamento….

Durante l’incontro è stata avviata la realizzazione di materiale che sarà utilizzato in occasione della 1° Conferenza internazionale Coltivatori di Futuro Next Generation che si terrà a Spoleto nella giornata del 6 marzo 2020.

I bambini hanno dimostrato particolare interesse durante i laboratori , partecipando attivamente e con grande curiosità, rendendosi protagonisti delle azioni proposte.

Il Progetto ha in programma ulteriori momenti di incontro, con attività altrettanto interessanti e coinvolgenti da condividere con i bambini.

Le referenti del Progetto ringraziano la Dirigente Prof.ssa Silvia Mattei , il Sig Mariani e tutte le docenti coinvolte per aver reso possibile questo prima fase del progetto.

Bilotta Patrizia/Protasi Annarita

 

Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità
Continuità
Continuità Continuità