Di recente il Consiglio dell’Unione europea sulle competenze chiave per l’apprendimento permanente ha adottato una nuova “raccomandazione”. Il bisogno è nato dalla riflessione fatta sulle professioni attuali che non esistevano dieci anni fa e sulle nuove professioni che saranno create in futuro. Nel “libro bianco sul futuro dell’Europa” la Commissione sottolinea che è “probabile che la maggior parte dei bambini che iniziano oggi la scuola primaria eserciteranno domani professioni attualmente sconosciute e che per tenere il passo con tale cambiamento occorrerà investire massicciamente nelle competenze e ripensare i sistemi di istruzione e di apprendimento permanente”. Fra le competenze chiave, di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personale, vi ritroviamo la competenza digitale. Il Secondo Circolo Didattico di Spoleto non trascura questo ambito di intervento avendo introdotto già da alcuni anni l’ora del codice nel proprio curricolo. La direzione, sostenuta dall’animatore digitale e il team dell’innovazione, si fa promotrice di eventi che hanno lo scopo di coinvolgere ed entusiasmare gli studenti nel loro approccio e sviluppo del pensiero computazionale. Partecipa a bandi europei con progetti idonei a garantirsi l’inserimento in apposite graduatorie che danno il diritto al finanziamento di moduli dedicati al mondo digitale. Ultimo “Bit creativity” testimonia gli sforzi finora fatti in questo settore. E’ entrata nella consuetudine la partecipazione al CodeWeek (6 - 21 ottobre 2018), un momento di interesse europeo, con l’attivazione nelle diverse classi di percorsi didattici fruibili tramite web. Nel corrente anno scolastico sperimenteremo, inoltre, la partecipazione a livello mondiale alla settimana prevista dal 3 al 9 dicembre 2018 con attività che verranno delineate all’insegna di una crescita collettiva, dello stare bene insieme, della condivisione di buone pratiche didattiche.