Progetti di circolo

Anno Scolastico 2020 - 2021

Villa Redenta - Lo sport non fa per te!

Francesco Toscano - La fantastica storia della prima Olimpiade

Le Corone TP - Karim e la grande montagna

Sant'Anastasio - Olimpia e le Olimpiadi

 

Anno Scolastico 2019 - 2020

Villa Redenta - Le avventure di Gian Burrasca 

Francesco Toscano -La Tela di Carlotta

Le Corone TP - Storia di una Gabbianella e del gatto che le insegnò a volare 

Sant'Anastasio - Sybilla, l'odissea di una bottiglia di plastica 

Allegati:
FileAutoreDimensione del File
Scarica questo file (Olimpia e le Olimpiadi.pdf)Olimpia e le Olimpiadi.pdfFarinelli Roberta6611 kB
Scarica questo file (SYBILLA L'ODISSEA DI UNA BOTTIGLIA DI PLASTICA.pdf)SYBILLA L'ODISSEA DI UNA BOTTIGLIA DI PLASTICA.pdfFarinelli Roberta10304 kB

Uno dei progetti che caratterizzano il nostro Circolo è il Progetto Continuità e come ogni anno vengono organizzate delle attività da portare avanti tra infanzia e primaria. Nell'idea progettuale iniziale i ragazzi della primaria dovevano ideare e realizzare due video a tema letttura o sport ed inviarli alle scuola dell'infanzia di riferimento, così da ricevere una risposta dai più piccoli del nostro circolo. Purtroppo mesi di chiusura scolastica, hanno necessariamente ridimensionato le attività, tanto da creare un "botta e risposta" tra loro. Mettiamo in condivisione di tutti i lavori prodotti....e buon divertimento!

Primaria Villa Redenta e Infanzia Villa Redenta

Primaria Francesco Toscano e Infanzia Collodi

Primaria Le Corone TP e Infanzia Morro e Protte

Primaria Sant'Anastasio e Infanzia San Brizio e Maiano sez. A - Maiano sez.B

 

In questo anno scolastico ormai giunto al termine, importanti impronte sono state lasciate con il Progetto Continuità: le classi quinte per la prima volta si sono cimentate nella progettazione e nella realizzazione di giochi esterni che daranno il benvenuto a tutti gli alunni della scuola dell’infanzia nel prossimo anno scolastico. Oltre a mettere in campo le competenze di imprenditorialità, i ragazzi con le proprie mani hanno decorato giardini e piazzali, rendendo i desideri dei più piccoli realtà e portando colore nei nostri plessi.  

Ecco a voi i lavori prodotti:

Francesco Toscano, Le Corone TPSant'Anastasio, Villa Redenta

 

Se io avessi una botteguccia fatta di una sola stanza vorrei mettermi a vendere sai cosa? La speranza. "Speranza a buon mercato!" Per un soldo ne darei ad un solo cliente quanto basta per sei. E alla povera gente che non ha da campare darei tutta la mia speranza senza fargliela pagare.

Gianni Rodari

23 ottobre 2020 Flash-mob della lettura ad alta voce.

Certo non capita tutti i giorni di sapere che un intero Paese, con la P maiuscola, stia celebrando a scuola un personaggio che la scuola, in qualche modo, l’ha cambiata. Come non capita sempre che alunni ed insegnanti abbiano per una mattina, anche se per pochi minuti, un unico obiettivo. Al nostro Circolo è accaduto. Venerdì 23 ottobre, Gianni Rodari, se fosse stato ancora tra noi, avrebbe spento cento candeline e sicuramente non sarebbero state candeline qualsiasi; figuriamoci se un “mago” delle parole come lui non ci avrebbe subito inventato una storia fantastica. Ma torniamo a noi perché la ricorrenza di cui stiamo parlando ci ha dato modo di dedicare il flash-mob della lettura ad alta voce di questo anno scolastico, proprio ad un gigante della scrittura, ad un grande intellettuale del ‘900, padre dell’uso didattico dell’immaginazione, costruttore di storie e chissà quanto altro ancora si potrebbe scrivere di lui. Sta di fatto che, grazie a Gianni Rodari venerdì mattina insegnanti e alunni, dai tre anni dell’infanzia ai “ragazzi” delle quinte, si sono messi tutti a leggere o ad ascoltare qualcosa che egli ha scritto, tratto della sua ricchissima e ancora tanto attuale bibliografia. Non c’è stata soltanto un’ H maltrattata, un “Cappuccetto verde” o “Alice cascherina” tra i protagonisti delle storie, ma molti altri personaggi fantastici che i bambini potranno ancora conoscere e sperimentare nel corso di tutta la loro vita, non solo a scuola perché, come diceva lo scrittore, “Le storie possono essere smontate come giocattoli, sono come un fuoco che si accende per aiutarci a guardare il mondo con occhi diversi e ad amare la vita”. Mai, come in questo momento occorre a tutti noi, ma soprattutto ai nostri piccoli lettori, una carica di fiducia e di umanità.

Grazie a tutti gli insegnanti che credono in questo.

 

Foto del flashmob

 Consapevolezza sullautismo L'autismo somiglia al mondo della Luna.

Brilla di una luce bella ed intensa...

Il mondo della luna va conosciuto,

esplorato come piccoli astronauti.

Saliamo sulla luna con un filo d'oro,

ci avventuriamo a piccoli passi.

Scopriamo una lingua diversa.

E quella luce, non ci sembra poi così strana.

Brilla di un bel BLU INTENSO...

 

Linfanzia non si fermaIn questi giorni di disorientamento nella vita di tante famiglie si solleva, tra i tanti problemi, quello della didattica a distanza che coinvolge gli studenti, le insegnanti e il personale scolastico tutto.

Momenti di grande spaesamento e di timore nel non poter creare un ponte “adeguato” con i nostri bambini e in modo speciale con i bambini dell’infanzia. Sappiamo tutti come la routine della vita quotidiana sia per i nostri piccoli un momento molto importante: la routine nell’andare a scuola, di trovare le proprie insegnanti, i propri compagni, di creare nel pomeriggio, dopo l’istituzione scolastica, quei momenti di socialità tanto importanti per la crescita dei nostri alunni.

Quando viene a cadere questo “contenimento”, costruito su una base sicura, come decantava tanto il buon vecchio Bowlby, i bambini, specie in questa età, possono trovarsi un po’ disorientati e confusi. Come insegnanti sappiamo benissimo che nel lavoro per la scuola dell’infanzia entrano in gioco, più che in altre istituzioni, la relazione emotiva, il contatto fisico, l’empatia, che specie in questa età è fondamentale per uno sviluppo armonico e cognitivo di ogni singolo alunno.

ok

"ABBI CURA DI.....TE"

La partecipazione del 2° Circolo Didattico all'evento del Carnevale di Spoleto rappresenta, ormai da qualche anno, un modo per  interagire con il territorio attraverso la condivisione  di percorsi contenuti nell ambito offerta formativa alle famiglie.
Ragion per cui, anche quest' anno,  sarà presente al CARNEVALE 2020, partecipando alle sfilate in programma per il 16 e 23 febbraio !!!

Sarà testimonial di un tema importante, "Ambiente e sviluppo sostenibile", rispetto al quale ognuno di noi è chiamato in prima persona a riflettere e ad agire per il bene di tutti, in armonia rispetto a quanto proposto all interno del Progetto di Circolo sulla continuita "Abbi cura di.... Te".

Considerata l importanza della tematica sarà data la possibilità a tutta la cittadinanza di interagire  con il Carro.

Message in a bottle...
esprimete un desiderio per il vostro futuro (funziona sempre.....!!!!!)

Sarà quindi possibile donare un messaggio di impegno e di speranza sul tema. Il messaggio dovrà essere posto all interno di una piccola bottiglia di plastica che verrà personalmente consegnata, durante le sfilate, nelle "mani" di un misterioso personaggio.
I messaggi, saranno recuperati per essere esposti all interno  di una mostra, che il 2 Circolo Didattico organizzerà sul territorio, il 22 aprile, in occasione della Giornata mondiale della Terra come momento conclusivo del Progetto Continuità avviato all inizio dell anno scolastico.
Tutta la cittadinanza è invitata a rendersi parte attiva contribuendo all iniziativa.
 PASSA PAROLA e.... divertiti con noi !!!

Referenti Progetto Continuità